Home / blu / Questione di feeling

Questione di feeling

Lasciate ogni speranza voi ch’entrate. Non siamo all’Inferno, bensì allo Juventus Stadium. Nemmeno con lo Scudetto in tasca i bianconeri fanno sconti, battono 2-0 il Carpi, mettendo a segno la quindicesima vittoria consecutiva, la venticinquesima nelle ultime ventisei partite.
Non hanno brillato ma un gol per tempo – il primo in bianconero per Hernanes – è bastato ad archiviare la pratica biancorossa. Soddisfatto dell’atteggiamento dimostrato dopo una settimana di festeggiamenti Massimiliano Allegri ha esortato i suoi a restare concentrati: “Non dobbiamo dimenticare che abbiamo ancora la finale di Coppa Italia e non dobbiamo staccare la spina perché poi riattaccarla è difficile” ha detto nel post partita a Premium. Non solo un allenatore, ma “un uomo vero, un vero condottiero”, come recitava lo striscione esposto in Curva Scirea.
Ieri è stata la sua giornata, i tifosi avevano voce – più che occhi – solo per lui. “Facci un saluto” urlavano. Max risponde accennando un saluto con la mano. Ma in due anni, da quando è arrivato tra i malumori e i fischi fresco di esonero da Milano, il feeling con la tifoseria è stato così esplicito. Cori e applausi a testimoniare che l’amore è dei più totali. Come quello che lo legherà alla Juventus fino al 2018 per 5 milioni netti a stagione. Il matrimonio con la Vecchia Signora andrà avanti, non ci sono più dubbi: “Credo che ci vedremo in settimana – ha chiarito Allegri -, ma non ci saranno assolutamente problemi”. La fumata bianca è vicina.

Check Also

POST PARTITA, Bonucci a Sky: “Abbiamo trovato un Napoli che ha dato più del 100%. Noi invece siamo stati lenti e prevedibili:”

Queste le parole rilasciate dal capitano della Juventus, Leonardo Bonucci, a Sky Sport: Sull’essere stati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.