Home / blu / QUI UDINESE, le parole di Gotti in conferenza stampa: “Dovremo essere artefici delle nostre fortune”

QUI UDINESE, le parole di Gotti in conferenza stampa: “Dovremo essere artefici delle nostre fortune”

Domani, ore 15, Juve-Udinese all’Allianz Stadium. Queste le parole di Mister Gotti, riportate da tuttomercatoweb.com:

Contro la Juve serve un miracolo sportivo? “Conosciamo tutti la forza della Juventus, sappiamo delle difficoltà che si incontrano e dei numeri che hanno negli ultimi anni. Per affrontare la Juve, venendo via con qualcosa di positivo da Torino, c’è bisogno di un mix. Non basta solo fortuna, non basta solo l’atteggiamento propositivo. Ci deve essere un cocktail messo insieme. Noi dobbiamo preoccuparci di ciò che possiamo fare noi. Poi sappiamo che un certo tipo d’atteggiamento la fortuna se la chiama, dovremo essere artefici delle nostre fortune”.

Cosa si aspetta di vedere? “Voglio vedere un atteggiamento di squadra visti già con Bologna e Napoli. Serve continuità. E voglio un passo in avanti nella cura dei particolari, che gradualmente dobbiamo continuare a migliorare”.

A livello tattico cosa cambia se la Juve giocherà con Dybala-Higuain-CR7? “Il paradosso è che dal punto di vista difensivo nostro cambia pochissimo. Uno si aspetta che possa cambiarlo, invece non è così. Cambia invece il tipo di proposta di costruzione che possiamo fare. Trovare tre punte o due punte e il trequartista cambia alcune sfumature su quando dovremo costruire da dietro”.

Giocherete come fatto con il Napoli? “E’ una partita che si prepara in un modo analogo perché, affrontando una squadra di grande qualità che durante la partita ti costringe a stare spesso nella tua metà campo, fisiologicamente si creano spazi alle spalle della difesa avversaria, anche in mezzo al campo se la Juve non sarà brava a chiudere gli spazi. Cambiano alcuni particolari legati alle caratteristiche dell’avversario”.

Cosa ha detto ai suoi? Come li ha caricati? “Settimana dopo settimana provo a far sì che ci occupiamo di noi stessi. Parliamo dell’avversario, ma principalmente per sfruttare queste cose a nostro favore. Con la Lazio all’Olimpico abbiamo fatto determinati errori, speriamo di averne fatto tesoro. E’ questa la mia preparazione. Si deve provare a migliorare ogni settimana”.

A che punto del percorso di crescita siamo? “Una squadra ci mette anni a sfruttare tutte le sue qualità. Bisogna condividere delle idee e riconoscerle in campo. Più idee condividi e più questo percorso è lungo, più aggiungi qualità e più il percorso è lungo. Noi dobbiamo cercare di essere veloci, non possiamo derogare. Per esprimere appieno tutte le qualità di questo gruppo ce ne passa di tempo”.

Ci sono problemi di formazione? “Abbiamo qualche effettivo in meno perché non abbiamo recuperato calciatori dall’infermeria, ma non c’è stato nessun altro infortunio”.

Chi o cosa deciderà la partita? “Se rivediamo la partita col Napoli è complicato dare una risposta sensata. Sappiamo che qualsiasi episodio può condizionare la gara. Per cui quando accadranno questi episodi, in che momento della partita saranno distribuiti: questo deciderà il match”.

Check Also

ALLENATORE, Di Marzio e Pedullà: “La Juventus ha scelto Pirlo!”

Secondo quanto riportato dagli esperti di mercato Di Marzio e Pedullà sarà Andrea Pirlo a succedere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *