Home / News / Rizzoli: no al sorteggio arbitrale. All’estero maggiore rispetto reciproco tra club e arbitri

Rizzoli: no al sorteggio arbitrale. All’estero maggiore rispetto reciproco tra club e arbitri

A Rai Sport Nicola Rizzoli torna sulla questione della goal-line technology e scocca una freccia al veleno contro i club italiani, poco rispettosi, a suo dire, nei confronti della classe arbitrale. Arbitrare Roma-Juventus, il 2 marzo all’Olimpico?

“Bisognerebbe essere al top per una gara così importante, c’è ancora del tempo. Il sorteggio arbitrale sarebbe come imporre la formazione ad un allenatore tramite sorteggio. Non credo sia la soluzione migliore per avere qualità, ci sono caratteristiche diverse per i giocatori così come per gli arbitri. La goal-line technology è positiva, anche se pure la macchina avrà un margine di errore minimo. E’ un problema grave, perderà la qualità perché immagino che per tagliare si toglieranno gli addizionali e qui il passo indietro sarà grosso. Il nostro paese comunque ha raggiunto livelli importanti andando ad arbitrare tante finali in competizioni europee e non solo. Le squadre italiane quando vanno all’estero si approcciano in modo diverso. All’estero c’è sicuramente maggiore rispetto reciproco in campo“.

Erika

Check Also

QUI SPAL, Comunicato dei tifosi: “Non vogliamo vedere gadget bianconeri…”

Si preannuncia un clima caldo, al di la delle questioni di campo, allo stadio ‘Mazza’ …