Home / News / SACCHI, “Sarri ha ereditato una squdra che non gioca in collettivo”

SACCHI, “Sarri ha ereditato una squdra che non gioca in collettivo”

Nel suo pezzo per La Gazzetta dello Sport, Arrigo Sacchi si è soffermato sulla lotta Scudetto che mai come è accesa e incerta: “Un campionato incerto, di sicuro più avvincente, può dare un grande aiuto a tutto il movimento italiano. Dopo otto anni di dominio della Juve, sarà una battaglia tra i campioni in carica, l’Inter e la Lazio, che mi auguro faccia diventare il nostro campionato ancor più evoluto, innovativo e affrontato con coraggio. Nella speranza di tornare, almeno nel calcio, leader in Europa e nel mondo. Che prevalga chi ci regalerà più impegno, bellezza e merito.
Prendiamo la Juve, battuta dal Verona con merito. Ha vinto il collettivo sulle individualità, l’organizzazione sull’improvvisazione. Immaginate la squadra di Sarri organica, aggressiva e compatta. Di sicuro non avrebbe mai perso e oggi sarebbe la favorita in Champions. Juric ha rubato l’idea a Maurizio: generosità e pressing feroce che annulla le maggiori qualità tecniche degli avversari. I bianconeri frastornati hanno corso a vuoto, scalando in ritardo e permettendo ai gialloblù di esaltarsi ancora di più. Alla fine c’è stata giustizia: ha vinto chi ha più meritato per il gioco, la generosità e la modestia, una virtù come l’intelligenza, che però svanisce quando si scontra con l’egocentrismo. Sarri si trova in una situazione difficile: è un grande allenatore, ma ha ereditato un gruppo che nella sua storia poche volte ha praticato il football collettivo e offensivo tipico delle grandi d’Europa. Cambiare una mentalità non è semplice, l’appoggio della società sarà indispensabile per Sarri, che però non dovrà venire a compromessi e rinunciare del tutto alle proprie idee. Maurizio sa come dare un gioco collettivo e vincente, i suoi devono seguirlo con disponibilità”.

Check Also

RASSEGNA STAMPA, Le prime pagine dei quotidiani

Queste le prime pagine dei quotidiani oggi in edicola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *