Home / News / SARRI, “CR7 out? Vediamo quando torna. Problemi per Chiellini, idea trequartista”
Maurizio Sarri

SARRI, “CR7 out? Vediamo quando torna. Problemi per Chiellini, idea trequartista”

Maurizio Sarri presenta Juventus-Milan in programma domani all’Allianz Stadium, gara valida per il ritorno della semifinale di Coppa Italia.

Le rotazioni saranno più limitate visto che siete fermi da una settimana? Chiellini e Buffon come stanno?
Nelle nostre intenzioni domani la partita deve portarci in finale e quindi faremo valutazioni in questo senso. Non abbiamo grandi problematiche, solo qualche piccolo acciacco. Giorgio ieri aveva un affaticamento all’adduttore, oggi ha fatto un programma personale, vediamo se sarà presente nell’allenamento di domattina. Gigi ieri aveva un acciacco alla schiena, ma oggi ha fatto tutto l’allenamento e vediamo domani mattina.
Si può formulare una previsione per Ronaldo domani?
Non lo so, Cristiano quando torna se vorrà dirà le problematiche che sta affrontando in questo momento. Il problema è personale quindi la sua disponibilità dipende dalla risoluzione del suo problema.
Come sta Khedira? È possibile vederlo in campo domani sera?
Viene da un infortunio non semplice, sta progredendo piuttosto bene, già meglio della settimana scorsa. Se giocherà farà uno spezzone di partita.
Le condizioni di Douglas Costa?
Abbastanza bene. La sensazioni in allenamento è che stia crescendo. Non penso possa avere 90 minuti nelle gambe, se si vede in campo è per spezzoni.
Che gara si aspetta con il Milan? Si aspetta che cambi qualcosa con le assenze rossonere?
Se si parla di giocatori che sono mancati in questa stagione penso che noi siamo campioni del mondo. Non ci siamo mai lamentati di questo e non ci interessa chi mancherà agli avversari. Loro possono mettere una squadra competitiva, negli ultimi mesi sono cresciuti e ci hanno messo in difficoltà all’andata. Il risultato dell’andata non ci garantisce niente, se andiamo in campo con la convinzione che la finale ce la dobbiamo guadagnare ce la possiamo fare.
Come si mantiene concentrata la squadra in questi giorni?
Dobbiamo adeguarci a tutte le situazioni: se la partita non c’è non c’è. Dobbiamo prendere tutto come un fatto. Non ti voglio neanche dire come si è allenata la squadra perché mi sembra che porti sfiga.
L’assenza di Ronaldo può cambiare i piani?
È palese che possa cambiarli. Non abbiamo un sostituto di Ronaldo ma penso che non coi sia in giro per il mondo. Dovremo cambiare qualcosa.
La partita col Lione vi ha fatto fare riflessioni importanti?
Le partite vengono valutate anche in base ai risultati. Il primo tempo è stato scarso, il secondo nettamente migliore. Stiamo lavorando sulla ricerca di muovere la palla più velocemente. Questi sono aspetti sui quali dobbiamo insistere. I giocatori si sono resi conto che questo è un aspetto sul quale dobbiamo lavorare e sono i primi a volerlo fare.
Può essere un vantaggio il problema societario del MIlan?
Penso di no. Si sono compattati e sono disponibili al sacrificio, non è una partita semplice.
Esagerato parlare di crisi?
In questo periodo i risultati arrivano con meno continuità e da noi ci si aspetta sempre il risultato. Col Lione il secondo tempo è stato fattoad alti livelli, abbiamo alzato il baricentro di 31 metri. Qualcosa di buono è stato fatto, poi ci si deve chiedere perché non è stato fatto sin da subito.
Il suo lavoro com’è cambiato in questo periodo?
Sicuramente sto manda via di cervello tutto lo staffa perché ogni giorno gli chiedo cose diverse. Noi dobbiamo accettare tutto come fatto compiuto, noi dobbiamo porre l’attenzione sulla partita. Andiamo avanti altrimenti si va in dispendio di energie su cose che non possiamo cambiare.
Pjanic ha bisogno di riposo?
La mia sensazione è che nel secondo tempo sia cambiata l’aggressività. È diventata un altro tipo di partita. Pensare che un giocatore che si sposta di 5 metri cambi la partita faccio fatica a crederci. Poi che Pjanic sia in difficoltà rispetto a qualche mese fa sì, è normale che a livello individuale ci siano alti e bassi. Poi la condizione fisica per me è un alibi, non è quello che fa la differenza.
È possibile rivedere il trequartista domani senza Ronaldo?
Per noi è sempre un’opzione. La stiamo utliazzanod meno perché è dispendiosa per le due mezzali. Non lo vedo un grand problema, solo giocando 90 minuti così può esserlo.

Check Also

TONALI, La cessione di Icardi lo avvicina all’Inter

Sandro Tonali si avvicina all’Inter. I nerazzurri sono pronti a reinvestire su di lui buona …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *