Home / Calciomercato / Scambio Pjanic-Sanchez?

Scambio Pjanic-Sanchez?

Del resto la nuova “doppia J” bianconera è stata studiata proprio per fare da traino al merchandising e rendere il brand-Juve ancor più appetibile nei mercati americani e orientali. Vien da sé, di conseguenza, che pure l’aspetto sportivo – in un circolo virtuoso che deve e dovrà essere a doppio canale – da un lato beneficerà dell’attesa crescita del marchio bianconero e dall’altro dovrà esserne spinta propulsiva tramite vittorie, tramite trofei, tramite campioni da ergere a vero e proprio simbolo di juventinità.
Vecchio pallino
Proprio in questo senso sono da collocare i sondaggi e le riflessioni in merito all’eventuale acquisto da parte dei dirigenti del club di corso Galileo Ferraris, di Alexis Sanchez, scrive Tuttosport. Un vecchio pallino dell’amministratore delegato Beppe Marotta e del direttore sportivo Fabio Paratici, i quali già nell’estate del 2011 provarono a fare il possibile e l’impossibile pur di strappare l’attaccante all’Udinese, salvo doversi poi arrendere al cospetto della concorrenza del Barcellona. Ai tempi – si tratta di cinque scudetti e diverse partite di Champions League fa… – la Juventus aveva assai meno armi a disposizione per competere con le altre potenze europee (in termini economici, ma anche di appeal sui giocatori più forti e ambiti). Dovette insomma arrendersi al cospetto dei 26 milioni (più dodici di bonus) che mettevano sul piatto i catalani.
Rivincita
Ora però la situazione è ben diversa e la Juventus è nelle condizioni di reggere il confronto e giocarsi le sue carte con tutti. Nel caso specifico, di tornare alla carica su Sanchez: che nel frattempo è passato all’Arsenal, ma resta uno degli attaccanti più interessanti del panorama internazionale. Il nocciolo della questione è molto semplice, ed è su questo che poggiano tutte le ultime notizie e indiscrezioni legate al futuro dell’attaccante cileno. Vale a dire: il contratto che lega Sanchez all’Arsenal scadrà nel 2018 e al momento i tentativi di rinnovo da parte dei Gunners non stanno dando i frutti sperati. Il clima di rivoluzione (anche tecnica) che aleggia intorno all’Arsenal, peraltro, non fa altro che rendere le cose più complicate nell’ottica di un rinnovo.
Tridente maravilla
Da parte sua, invece, la Juventus, è nelle condizioni di dover iniziare a ipotizzare un nuovo assetto offensivo per il prossimo anno, compatibilmente con il fatto che ben difficilmente Mario Mandzukic – già tentato da allettanti offerte in questa sessione di mercato – sarà ancora disposto ad un ruolo di comprimario di Paulo Dybala (il cui annuncio di rinnovo di contratto in bianconero è imminente) e Gonzalo Higuain. E se nel caso di Mandzukic si tratta di convivenza ad esclusione, in quello di Sanchez potrebbe trattarsi di convivenza ad esaltazione. La Juventus potrebbe infatti riproporre una personalissima versione del tridente blaugrana, composto da Messi, Neymar e Suarez.
Contropartita
Ovviamente le cifre sono da top player e la concorrenza non manca. Oltre alle avances cinesi, per Sanchez ci sono in ballo quelle del Psg. Gli inglesi, nel 2014, avevano investito quasi 50 milioni di euro. Ora ne chiedono anche di più, ma devono fare i conti – appunto – con il fatto che il contratto di Sanchez andrà in scadenza tra una stagione. Peraltro i Gunners hanno già dimostrato in più occasioni interesse per Miralem Pjanic, che nel caso potrebbe diventare un sacrificio tatticamente funzionale all’adozione di un sistema di gioco con il tridente. La Juventus per ora non è disposta a privarsi dell’ex romanista, ma da qui a giugno tutto può succedere…

Check Also

MERCATO, Suarez ad un passo dall’Atletico Madrid

Luis Suarez sarà presto un nuovo giocatore dell’Atletico Madrid. L’addio del bomber del Barcellona era …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *