Home / blu / Si comincia a fiutare il trionfo

Si comincia a fiutare il trionfo

Ci stiamo avvicinando inesorabilmente verso la fine di un campionato entusiasmante, indeciso fino all’ultima giornata, con la Vecchia Signora protagonista di una rimonta sensazionale, che le sta valendo il posto da capolista e , quindi, il quinto scudetto consecutivo. E chi l’avrebbe mai potuto pensare con gli zero punti nelle prime due giornate e un avvio disastroso che, questo autunno, ha costretto Pogba  e compagni al quindicesimo posto fra il clamore e lo stupore degli appassionati. Poi Buffon ed Evra suonarono la carica in seguito alla disfatta subita per mano del Sassuolo e da lì in poi i bianconeri non hanno mai perso. Coloro che non avevano capito dove si trovassero hanno cominciato a sputare sangue, proprio come fatto dal giovanissimo centrale juventino Daniele Rugani: ” “Prenderei da Barzagli la sua attenzione, la sua concentrazione. La sua capacità di essere sempre sul pezzo, facendo sempre la cosa giusta. È una dote secondo me, per i difensori molto molto importante. Da Bonucci prenderei la sua capacità nell’impostare il gioco, anche sotto pressione. La sua tecnica. Da Chiellini prenderei l’aggressività, la cattiveria agonistica sull’uomo che mette sempre in campo. Ho la fortuna di crescere con loro e cerco di apprendere sempre il più possibile in allenamento. Sto vivendo questo momento con grande gioia e orgoglio. Per me è una soddisfazione essere stato scelto dal mister, adesso cerco di ripagarlo dando il meglio in campo. Ha sempre parlato tanto con me, dicendomi di avere pazienza, di stare tranquillo. Allegri mi è stato sempre vicino. Se devo scegliere un momento da conservare, dico il mio esordio in Champions League contro il Siviglia. Mi sono detto: è un sogno che si realizza, essere alla Juve e giocare su un palcoscenico del genere”. Così parla l’ex difensore dell’Empoli che, dopo una prima parte di stagione infernale, ha saputo sfruttare al meglio le opportunità concessagli da Allegri, ripagandone pienamente la fiducia. E’ lui la dimostrazione della crescita esponenziale dei nuovi innesti con cui Marotta e Paratici hanno sopperito Vidal, Tevez e Pirlo, il vero modello da seguire per tutti gli aspiranti campioni. Tuttavia manca poco al prossimo impegno ufficiale, che vedrà lo Stadium ospitare la polveriera siciliana di Zamparini, al nono allenatore diverso da settembre a questa parte.  Domenica, Massimiliano Allegri, in attacco, potrebbe puntare sulla coppia Dybala – Mandzukic. Infatti, il numero 21 juventino ha recuperato dal problema muscolare accusato nel derby del marzo scorso. Non è comunque nemmeno da escludere l’ipotesi che Dybala parta dalla panchina e che accanto a Mandzukic giochi Morata. In difesa, invece, la certezza è che verrà riproposto Rugani con Barzagli e Bonucci. Mentre a centrocampo rientrerà Khedira. Insomma, tutti insieme appassionatamente in quel di Vinovo, dove l’odore del trionfo si fa sempre più forte.

 

 

slide_dybala_01

Check Also

CDS 12.11.2019

RASSEGNA STAMPA, Le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi

Queste le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi martedì 12 novembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.