Home / News / Simone Pepe: un grande gruppo, fondamentale per una grande squadra

Simone Pepe: un grande gruppo, fondamentale per una grande squadra

Dopo la bella gara di ieri sera allo Stadium, Simone Pepe commenta la partita e risponde ai microfoni di JTV.

Le sue parole, riportate da “Tuttojuve.com”:

Era dal 5 maggio 2012 che non ti vedevamo protagonista, con la gente che di acclamava quando andavi a battere gli angoli…
“Quando giocavo c’erano le videocassette, oggi ci sono i dvd (ride, ndr). Sono passati tanti anni. Quella giornata di Trieste poi è il ricordo più bello che ho da quando sono alla Juve. Sono passati due anni e mezzo, adesso sto bene, sono contento, ho giocato 90 minuti, la squadra gioca bene e quando giochi in una squadra così forte  è molto semplice rientrare dopo due anni e mezzo. Il fatto di giocare in una squadra così forte, che vince quando mancano giocatori come Pirlo, Tevez, significa che c’è un grande gruppo e questo è fondamentale”.

Il rigore dovevi tirarlo tu?
“Dovevo tirarlo io, Alvaro voleva fare gol, e glielo ho lasciato volentieri perché è un ragazzo che merita, si allena sempre bene. Voleva fare gol ed è giusto che lo abbia fatto lui”.

Domenica sarà una gara diversa…
“Sicuramente, una gara molto molto diversa, abbiamo parlato anche tra di noi a fine partita. Perché loro verranno qui super agguerriti e non verranno magari come per una partita di Coppa Italia. Loro pensano prima a salvarsi che a giocare una partita di Coppa Italia al 100%. Sarà una partita diversa perché loro non giocheranno a viso aperto come stasera”.

Perché hai lasciato il rigore a Morata?
“Perché è un ragazzo giovane, aveva bisogno di fare gol. Sinceramente io ho 32 anni, è vero che non gioco da tanto, però aveva più bisogno lui di fare gol e sono contento che abbia fatto gol perché è importante”.

Chi ti ha sostenuto in questo periodo…
“La mia famiglia, la mia compagna e i miei due figli, perché comunque in questi due anni e mezzo mi sono nati due figli, per cui mi sono dato da fare, visto che non potevo fare altro (ride, ndr). La vicinanza dei miei compagni è stata impotante nel momento dell’infortunio”.

Erika

Check Also

TACCHINARDI: “Juve, date tempo a Pirlo. Serviva Dzeko e non Morata”

A commentare la Serie A a Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, è stato l’ex calciatore Alessio Tacchinardi. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *