Home / News / Soncin: “Sabato l’Atalanta tenterà l’impresa contro la Juve, tutto può accadere”

Soncin: “Sabato l’Atalanta tenterà l’impresa contro la Juve, tutto può accadere”

Andrea Soncin, ex attaccante dell’Atalanta, è intervenuto ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com per parlare del momento estremamente positivo della Dea: “Nessuno si aspettava un campionato di questo livello. Non è una sorpresa, invece, il lavoro d mister Gasperini che è riuscito ad amalgamare un gruppo giovane, dandogli un’identità ben precisa. Sento tanti paragoni col Leicester: magari a livello di risultati ed entusiasmo ci può stare, ma a livello di strutture di gioco parliamo di realtà molto diverse”. Sabato c’è la sfida con la Juventus: l’impresa è possibile? “Tutto può accadere nell’arco dei 90′. La Juve è uscita sconfitta male dalla gara di Genova, forse a causa di un calo di tensione che non dovrebbe esserci, ma che nel calcio può capitare. Ci sarà una reazione perché è una squadra poco abituata a ko così, ma visto il momento dell’Atalanta il pronostico non è scontato”. Bianconeri primi in Champions League e in campionato anche se con i nervi a fior di pelle. È un paradosso? “Assolutamente sì. Magari in questa prima parte di stagione non hanno fatto vedere quel calcio spumeggiante che tutti si aspettavano, ma hanno raccolto moltissimi punti. Sono stati inseriti giocatori importanti per fare un salto di qualità, credo che serva tempo per trovare gli equilibri. La base di partenza è ottima e non dimentichiamo che la squadra è prima in tutte le competizioni”. Chi sta attraversando un momento particolare è la Fiorentina. Un’altra sua ex squadra? “Sì, è un momento molto delicato. Forse Sousa non ha trovato la giusta intesa con la società, soprattutto in riferimento al mercato. Il problema della Fiorentina è che ha poca continuità”. Chiudiamo con il suo futuro. Quest’anno è sceso in Serie D, per difendere i colori del Montebelluna: quali sono i suoi obiettivi a medio e lungo periodo? “In estate ho avuto diverse richieste da categorie superiori, ma non ho trovato la situazione giusta. Ho scelto Montebelluna per la passione che mi lega a questo sport. In futuro vorrei fare allenare, ma per ora mi sento ancora giocatore anche se so che alla mia età è giusto pensare a una stagione alla volta”.

Check Also

POSTPARTITA, Chiesa: “Faccio quello che dice il mister, volevamo la vittoria. Contento di essere qui”

È da pochi minuti terminato il primo match stagionale di Champions League dei bianconeri contro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *