Home / News / Spalletti: “Dobbiamo prendere spunto dalla Juve. Ventura… “

Spalletti: “Dobbiamo prendere spunto dalla Juve. Ventura… “

Ecco le parole di Luciano Spalletti in conferenza stampa, dove ha parlato anche della Juventus“Manolas e Palmieri rientreranno. Per quanto riguarda Totti, si sta allenando con il gruppo e valuterà poi con il prosieguo dell’allenamento. Paredes è con la squadra, mentre Vermaelen ha superato finora tutti gli step, e se tutto andasse al meglio martedì rientrerebbe in gruppo. Mario Rui giocherà invece contro il Bologna nel match della Primavera, per poi tornare con noi successivamente. Nura e Florenzi, infine, proseguono nel loro lavoro specifico”.

Quanto è stato importante lavorare con alcuni uomini non convocati dalle rispettive Nazionali, come Strootman e Nainggolan?
“Tantissimo, abbiamo avuto l’opportunità di programmare bene il lavoro da fare e le risposte sono state positive”.

L’Atalanta è una delle rivelazioni del campionato?
“Per ora sono fra le migliori squadre del campionato. Hanno meritato tutto di quello che hanno raccolto. Dovremo essere bravi nei duelli fra singoli, Gasperini e bravissimo e lo ha dimostrato anche a Genova”.

Quanto sarà importante ora il ruolo di Bruno Peres?
“A lui possiamo chiedere quel lavoro partendo dalle retrovie, mentre Florenzi può fare anche il contrario. Ma ci sono anche altri giocatori che possono sopperire, dipende da tanti uomini. Le qualità ci sono e le caratteristiche per fare il lavoro nelle due fasi le abbiamo”.

Dzeko ha ormai raggiunto il giusto livello di cattiveria?
“Sì, ma gli manca ancora qualcosina. Deve capire il momento perfetto per colpire”.

Ha parlato con Bruno Peres dopo l’incidente in auto?
“Se ne parla, di tutto quello che succede. Se mi sono arrabbiato? Era più dispiaciuto lui di me, qualcosa da dirgli l’avrei. Abbiamo la responsabilità dell’immagine della Roma, farci beccare in un momento simile non è un segnale di bella immagine, ma succede a tutti. Bisogna stare attenti”.

Manca poco alla fine dell’anno solare. Allegri ha detto che vorrà chiudere davanti alla Roma: qual è invece il suo obiettivo?
“Se Allegri dà i compiti ai propri giocatori per raggiungere gli obiettivi, beh… può essere uno spunto anche per me. Noi dobbiamo vincere e fare come la Juventus. Sembra che l’unico appunto riguardi il gioco che non decolla, ma se dovessero essere bravi anche in questo migliorerebbero ulteriormente. Noi, invece, abbiamo bisogno di essere ‘bellissimi’ per vincere. A volte qualcuno può anche non esserlo, e lì entra in gioco l’individualità per portare a casa i tre punti”.

Cosa può dirci sul rinnovo? Ci sono novità?
“Per meritare un rinnovo di contratto bisogna fare i risultati. A volte la Roma ha fatto dei contratti a dei tecnici che sono andati via poco dopo, io invece voglio aiutare il club a non sbagliare. Io voglio far vedere man mano la qualità del mio lavoro. La società deve guardare tutto, valutare qualsivoglia aspetto. La Roma negli ultimi anni non ha fatto male, sotto tanti punti di vista. Siamo in crescita continua. Tornando al contratto, dipenderà da tante cose. Dal lavoro, dai giocatori, dai risultati. Io conto poco. Tutti hanno dei ruoli, tutti lavoro. Per il mio ruolo sto attendo a dover dar più forza a quelli che dicono e fanno le cose giuste. Io lavoro per quello che è il mio ruolo, e basta”.

Quali e quanti sono i suoi meriti nella rinascita di De Rossi?
“Lui ha contribuito alla crescita di tutti. Lavoriamo nel modo giusto, corretto e serio. Ora i giocatori ‘pensano’ meglio e guardano con maggior convinzione all’obbiettivo futuro. Poi chiaramente in Nazionale ci sono stimoli nuovi, ma ultimamente è cresciuto in modo costante. Parliamo di un giocatore forte e importante per noi. Dobbiamo aiutarlo a rimanere in questo stato di forma”.

Anticipo del campionato richiesto da Ventura in vista della gara contro la Spagna: lei è favorevole?
“Avevo già risposto. Ventura è attento e molto bravo, sta cercando di portare le proprie idee. Siamo tutti tifosi della Nazionale. Dobbiamo cercare di accontentarlo, la Nazionale è di tutti. Siamo tutti parte della Nazionale. Nel limite del possibile bisogna accontentarlo. Per me è quasi un sì”.

Check Also

FCJ WOMEN SOCIAL, L’augurio della società alle svedesi impegnate in Nazionale

Con un post pubblicato sui canali social ufficiali della società, l’FC Juventus Women augura il meglio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *