Home / News / Tevez al Boca questione di ore. C’è un regalo per la Juventus

Tevez al Boca questione di ore. C’è un regalo per la Juventus

Ormai è solo una questione di tempo e di dettagli. Quando la Juventus e il Boca Juniors avranno appianato le ultime divergenze, Carlos Tevez tornerà a essere ufficialmente un giocatore del suo vecchio e amatissimo club. Il più è fatto, anche perché il club bianconero ha sempre detto di voler accontentare il giocatore argentino, che soffre di nostalgia di casa, ma non vuole neanche rinunciare a un minimo risarcimento per liberare l’Apache con un anno d’anticipo. In sostanza è un problema di soldi e anche di contropartite, ma non ci sono ostacoli insormontabili da superare. Piccole diversità di vedute appianabili in poco tempo, magari anche via telefono.
Ieri è stata una giornata piena per Beppe Marotta, che a Milano ha trattato in maniera serrata con Daniel Angelici, presidente del Boca. Ci sono stati diversi round, che però non sono bastati per scrivere la parola fine. La richiesta della Juventus è sempre la stessa: il cartellino di Tevez costa 6,5 milioni di euro. Bisogna solo mettersi d’accordo sulle modalità di pagamento. Il Boca vorrebbe sborsare meno soldi possibili e punta molto sulle contropartite tecniche, i bianconeri ovviamente non vogliono rimetterci. L’accordo di massima è stato raggiunto per 5 milioni di euro più il cartellino di Guido Vadalà, attaccante classe 1997 considerato un grande talento a casa sua, che dovrebbe andare subito in ritiro con la Juve. (…) Il Boca spera di chiudere in fretta, i bianconeri invece non hanno premura, avendo già portato a casa il sostituto di Tevez, Mandzukic. Tevez è stato pagato 9 milioni tre anni fa, la Juve ha già ammortizzato 6 milioni ma vuole mettere a bilancio una plusvalenza. Per il club argentino si tratta di un’operazione molto costosa, perché Tevez continuerà a guadagnare i 4,5 milioni di euro a stagione (lo stesso stipendio che prende alla Juventus: con la sua partenza e quella di Pirlo il club si libera degli stipendi più pesanti) per tre anni. Per questo il Boca sta cercando di strappare le migliori condizioni economiche. Il ritorno al Boca di Tevez è anche un’operazione politica che ha avuto il benestare di Mauricio Macri, ex numero uno del club e sindaco di Buenos Aires. Perciò non ci sono dubbi che l’accordo si farà. Tanto che l’allenatore del Boca, Arruabarrena, ha parlato a Espn come se Tevez fosse già suo: «L’arrivo di Carlitos è un salto di qualità per tutti. E’ un privilegio allenare un grande come lui». Questo riporta La Gazzetta dello Sport.

 

tevez-jume-it22

Check Also

UNDER 23, il match report della gara con la Carrarese

Sconfitta al Moccagatta per 1-3, la Juventus Under 23 è andata incontro alla quinta sconfitta …