Home / blu / TMW, Tardelli: “Va riformato tutto il mondo del calcio”

TMW, Tardelli: “Va riformato tutto il mondo del calcio”

L’ex calciatore Marco Tardelli, oggi commentatore tv, è intervenuto in diretta a Tutto Calcio Femminile su TMW Radio: “Ho riscoperto la pazienza in questo periodo a casa. Credo che le ragazze della Nazionale si sono meritate l’affetto e ora spero che raggiungano il professionismo, anche se in questo momento con il Coronavirus le cose non si mettono molto bene. Bisogna tutelarle, sono ragazze che se lo meritano e si impegnano, hanno mostrato attaccamento alla Nazionale e bisogna lottare con loro per farle arrivare allo scopo”.

Cosa l’ha sorpresa del movimento femminile?
“L’attenzione che hanno per il loro movimento. Mi ha sorpreso, ci hanno fatto capire che forse sono meglio degli uomini”.

La Bertolini ha ribadito che le piacerebbe Italia-Danimarca a Brescia.
“Sarebbe bello, spero che si faccia prima possibile. Le donne hanno più sensibilità, e meritano anche un riconoscimento importante per quanto hanno fatto”.

Il calcio deve ripartire?
“Ha senso per la Serie A, le altre non possono farcela. Economicamente non riescono a mettere su il protocollo richiesto, e mi auguro che chi di dovere ripensi al sistema calcio, altrimenti non sarà sostenibile per tutti. Basta vedere quante squadre ogni anno spariscono in Lega Pro… Il problema è risistemare il calcio, ormai nessuno più in Europa ha 100 squadre professionistiche, nessuno sopporta questo peso. Bisogna capire che la solidarietà è importante, le parti più deboli devono sopravvivere anche perché è lì che nascono i calciatori. Serve aiutare i deboli ma anche riformare il calcio”.

Da ex juventino è sorpreso dell’impatto delle bianconere?
“Hanno cercato di creare qualcosa di positivo, facendolo molto bene. Hanno trovato risultati”.

A riportarlo, TMW.

Check Also

JUVENTUS, Oggi pomeriggio la presentazione di Kulusevski

Oggi pomeriggio la presentazione di Dejan Kulusevki,come ricordato dai canali bianconeri 🗣️ Bianconeri, oggi pomeriggio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *