Home / News / TOP/FLOP ATLETICO MADRID-JUVENTUS: Rabiot e Douglas Costa stupiscono, CR7 delude
Immagine dall'account twitter della Juventus

TOP/FLOP ATLETICO MADRID-JUVENTUS: Rabiot e Douglas Costa stupiscono, CR7 delude

Ultima sfida di ICC per la Juventus di Sarri, uscita sconfitta 2-1 contro l’Atletico Madrid. Ma i segnali positivi ci sono, la squadra ha giocato molto bene e, a testimonianza di ciò, si fa anche fatica a trovare un’insufficienza “meritata”, per quello che si è visto. Ecco i nostri Top&Flop:

TOP

Rabiot: Il francese, arrivato a parametro zero per rimpolpare i ranghi del centrocampo bianconero, è stato senz’altro uno dei migliori in campo. Propositivo, rapido e anche tanta quantità. Più volte pericoloso anche in zona gol, come in occasione del siluro dai 25 metri che si è stampato sul palo interno. Si candida prepotentemente ad una maglia da titolare.

Douglas Costa: Finalmente si è rivisto il vero “Flash”. È ancora calcio d’Agosto, ma è indubbio che il brasiliano apprezzato questa sera è stata l’arma in più mancata ad Allegri lo scorso anno. La fascia sinistra è sua e, almeno nelle gerarchie, dovrebbe partire davanti a tutti gli altri. Ma la concorrenza è agguerrita e per essere certi del posto occorreranno prestazioni all’altezza di quella di stasera. Sempre pericoloso, colpisce anche un palo al termine dell’ennesima azione spaccapartita.

Pjanic: Inizio in sordina, poi, a poco a poco, il bosniaco prende in mano le chiavi del centrocampo e fraseggia proprio come piace a Sarri. Tanti tocchi sulla piccola-media distanza, tanti retropassaggi e, al momento opportuno, anche verticalizzazioni e lanci lunghi. Se Pjanic è stato ritenuto incedibile per la società è soprattutto per questi motivi qui e, sotto la guida di Sarri, potrà forse acquistare quella continuità che in carriera, ad oggi, gli è un po’ mancata.

FLOP

De Sciglio: Pochi errori, ma fatali ai fini del risultato: sul primo gol è poco reattivo ad uscire su Joao Felix, che può calciare quasi indisturbato di destro; sul secondo, invece, si lascia infilare sempre dal portoghese che può calciare a botta sicura verso la porta.

De Ligt: Come per il collega di reparto sopra, anche lui è in parte colpevole sul secondo gol. Ma tolta questa disattenzione fatale l’ex Ajax si è fatto quasi sempre trovare pronto, anche con ottime chiusure.

Cristiano Ronaldo: Stranamente, ogni tanto il portoghese finisce nella lista dei peggiori in campo. Oggi troppo lezioso, rallenta spesso il gioco e non effettua mai veramente giocate decisive.

 

Check Also

FOTO-SOCIAL, Dybala:” Un piacere conoscerti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.