Home / editoriale / Tutti a Vinovo!

Tutti a Vinovo!

Dopo due giorni di meritato riposo conditi dalle assurde polemiche del geometra Galliani , ecco che la Juventus torna ad allenarsi nei campi di Vinovo, in vista della sfida di Cesena, tanto facile sulla carta quanto insidiosa, considerando il fatto che la squadra di Di Carlo ha costruito gran parte della sua classifica proprio fra le mura amiche. E’ stata una giornata molto lunga per coloro che non sono stati protagonisti nella sfida contro il Milan, dal momento che hanno dovuto rispondere alla convocazione fin dal mattino, lavorando sulla parte atletica per poi unirsi nel pomeriggio col resto del gruppo, quando la squadra ha cominciato a preparare la partita di domenica con esercizi di tecnica, circolazione e possesso di palla. Al Dino Manuzzi rientrerà Lichtsteiner, mentre non ci sarà Carlitos Tevez, che verrà sostituito da Alvaro Morata, pronto a formare, per la prima volta in stagione, una coppia tutta spagnola col suo connazionale Llorente fin dal primo minuto. I due hanno giocato solo pochi minuti insieme, in quel di Parma, occasione in cui il primo si è reso autore di un gran gol su un magnifico assist del secondo e, dunque, ci sono tutti i presupposti per ben sperare. Arrivano, nel frattempo, buone notizie riguardo a Chiellini, uscito indenne dalle polemiche post Milan, dal momento che si è ritenuto corretto non applicare la prova tv in seguito al presunto cazzotto ai danni di Pazzini, così come si è registrata una svolta per la prossima sessione di calciomercato, che vedrà libero Paulo Dybala, attuale gioiello del Palermo ormai in rotta di collisione con il proprio presidente Zamparini. Eh già, pare che il presidente rosanero non abbia digerito il fatto che intorno al suo campione si siano riuniti soggetti che, come avvoltoi, non aspettano altro che far soldi sul suo nome, inculcando nel ragazzo idee scorrette. Tuttavia, che sia un Dybala angelico o che sia un Dybala con la testa non più tanto sulle spalle, poco importa, perché un futuro campione dalle sue caratteristiche e potenzialità farebbe assai comodo a Tevez e compagni. Nella giornata di oggi ha parlato anche il capitano, Gigi Buffon, in occasione di una lezione davvero speciale allo Stadium, organizzata da Marco Ceresa, AD di Randstad Italia e da Dino Ruta, docente presso la School of Management dell’ università Bocconi.  Il numero uno della Juventus e della Nazionale ha raccontato la sua infanzia, caratterizzata da un indole stravagante che, grazie all’ appoggio della famiglia, ha saputo trasformare una dote naturale quale il talento in una carriera ricca di successi, focalizzando ogni suo sforzo su sacrificio, spregiudicatezza e forza d’ animo. La virtù più importante è sempre stata la capacità di reagire nei momenti più critici, trovando sempre nuovi stimoli e forze nel vedere i ragazzi intorno a lui, quei vari Pogba che poi, grazie ai suoi consigli, sono riusciti ad affermarsi. Parla da veterano Gigi, da vero capitano, da vero condottiero, perché il ragazzo ha ancora molta fame e non ha intenzione di placarla fino all’ ultimo giorno in cui indosserà i suoi amati guantoni.

SIMONE GOLIA

Check Also

MERCATO, Milik o Icardi? Il dilemma sull’erede del Pipita

Gonzalo Higuain, il figliol prodigo ritornato in bianconero l’estate scorsa e che tanto ha lottato …