Home / editoriale / Un mese densissimo, ma occhio all’infermeria: da Matuidi a Dybala, ecco il piano di rientro

Un mese densissimo, ma occhio all’infermeria: da Matuidi a Dybala, ecco il piano di rientro

Febbraio è iniziato e i prossimi trenta giorni saranno di importanza capitale per la Juventus: non c’è solo la lotta serrata con il Napoli in campionato, ma anche gli ottavi di Champions League e una finale di Coppa Italia da conquistare. In un mese esatto, la Signora disputerà ben sette partite, passando per Firenze, Roma sponda Lazio, la stracittadina in casa del Torino e, infine, per Londra, nel magnifico Wembley Stadium. In un periodo così denso occorrono energie e forze fresche: facciamo il punto della situazione per quanto riguarda gli infortuni.

In difesa, con Buffon tornato pienamente operativo nella trasferta di Coppa Italia contro l’Atalanta, l’unico indisponibile resta Höwedes. Il tedesco, visto all’opera soltanto in un’unica occasione nel lontano 26 Novembre, è sempre più un’incognita ed è stato escluso anche dalla lista Champions. Per lui si parla di un rientro previsto nel mese di Marzo.

A centrocampo, invece, la rogna più grande per Allegri è l’infortunio di Matuidi, uscito a metà primo tempo nella partita casalinga di Domenica, contro il Sassuolo. Gli esami hanno evidenziato una lesione di lieve-medio entità ai flessori della coscia sinistra, che nella migliore delle ipotesi lo terrà lontano dal campo per circa un mese. La speranza è quella che sia arruolabile almeno per il ritorno di Champions League, il 7 Marzo, ma difficilmente lo rivedremo in campo in tempi brevi. Con l’infortunio di Matuidi, il tecnico bianconero potrebbe pensare nuovamente al centrocampo a due, per dosare meglio i centrali rimasti, oppure reinserire a pieno regime, nell’ormai consolidato centrocampo a tre, il rientrante Claudio Marchisio, reduce da un’ottima partita contro il Sassuolo.

In fase offensiva l’infermeria è più affollata. Il caso più grave è quello di Cuadrado, operato la settimana scorsa per una pubalgia, che tornerà arruolabile verso fine Marzo. Dybala, invece, sarà sottoposto ad ulteriori accertamenti nel corso di questa settimana, che avranno il compito di testare la sua tenuta fisica. In caso di esiti positivi, per la Joya si prospetta una possibile convocazione già per la partita di andata contro il Tottenham, in programma la settimana prossima all’Allianz Stadium. Difficile comunque un suo possibile rientro dal 1′: in un periodo così denso, prendere rischi inutili potrebbe veramente essere controproducente. L’ultimo da considerare è Douglas Costa: il brasiliano ha riposato nell’ultimo turno di Serie A in seguito ad una contusione riportata a Bergamo. L’allenamento di oggi sarà fondamentale per capire se l’esterno offensivo sarà in grado di dire la sua o meno nella trasferta di Firenze. Qualora non dovesse farcela, spazio ancora a Bernardeschi, l’ex di turno. In ogni caso, la situazione di Douglas Costa non desta preoccupazioni in chiave Champions, dove con molta probabilità partirà dal 1′. Sarà importante dosare le energie e gestire al meglio gli uomini a disposizione: perché la Champions non fa sconti e il Napoli corre fortissimo.

Check Also

CASO SUAREZ, La Stampa: al momento il giocatore penalmente non rischia niente

Secondo quanto riportato dal sito de La Stampa, Luis Suarez, per il momento non rischia niente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *