Home / News / Ventura: “Buffon mio vice? Perchè no”

Ventura: “Buffon mio vice? Perchè no”

Il ct della Nazionale italiana Giampiero Ventura ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera: “Buffon mio vice dopo Mondiale? Come c.t. selezionatore perché no? Come c.t. allenatore, non avendolo mai fatto, sarebbe un’incognita. Lui è un punto di riferimento in campo e fuori: per i compagni, per me, per la Federazione. La strada la deciderà lui, di sicuro l’Italia farebbe male a non sfruttare la sua figura. Io rimasto fuori dal grande giro anche per colpa di correnti di potere stile Gea? In buona fede sì. La colpa è stata anche mia, che non ho capito che il calcio stava cambiando: più che l’essere, contava apparire. Questo l’ho pagato clamorosamente. La morale qual è? Quella che ho spiegato a Cagliari, ai ragazzi delle giovanili. Sono l’esempio vivente di chi attraverso il lavoro, la serietà, la professionalità, ha realizzato un sogno: volere è potere. Clausola da 100 milioni può condizionare Belotti? Non mi sembra il tipo, è uno che vuole arrivare, ha fame, voglia di migliorare. I grandi campioni sono quelli che continuano a mettersi in discussione, come Ronaldo o Buffon. La chiave di accesso di Balotelli non ha voglia di trovarla? Ci vuole un rapporto e quando parleremo capiremo se ci sarà la possibilità di collaborare con lui. Sino adesso non ha fatto quello che le sue qualità gli avrebbero consentito. Perché Verratti divide tanto gli allenatori? Per me non divide affatto. Deve stare bene fisicamente, ma è un capitale assoluto della Nazionale”.

Check Also

EX JUVE, Rapina a mano armata avvenuta nella villa di Luca Toni

Con un post pubblicato sui canali social ufficiali del campione del mondo, l’ex bianconero Luca …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *