Home / News / ZAVAGLIA, “Juve ok gli acquisti, male le cessioni”

ZAVAGLIA, “Juve ok gli acquisti, male le cessioni”

Franco Zavaglia, agente di calciatori, ha parlato ai microfoni di TMW commentando il mercato che ha chiuso i battenti lo scorso 2 settembre.
“Inter regina del mercato. I nerazzurri hanno messo a segno operazioni importanti e mirate, con la ciliegina della cessione di Icardi al PSG, senza rinforzare delle dirette concorrenti”.
La pecca della Juve quale è stata?
“A livello di entrate gli affari sono stati di prim’ordine. La pecca magari è legata al fatto che non sono riusciti a cedere qualche giocatore, forse anche perché tutti o quasi stanno benissimo in bianconero. In ogni caso credo che i calciatori che il club doveva cedere alla fine faranno comodo in campionato”.
E il Napoli?
“Forse manca qualcosa davanti ma già così è in grado di competere per lo scudetto. Poi è chiaro che dipende anche da tante componenti, dalla fortuna, dalle squalifiche, dai guai fisici”
In attacco in particolare che cosa avrebbe fatto?
“Si è parlato tanto di James, Ancelotti lo voleva e il Napoli avrebbe fatto un gran colpo. L’arrivo di Icardi era evidentemente legato ad altri fattori e poi probabilmente c’era la volontà di non rinforzare una concorrente. Anche così comunque è un bel Napoli, abbiamo visto peraltro il bel debutto di Lozano, uno che può imporsi”.
Sul Milan che idea si è fatto?
“Bisogna vedere come l’allenatore farà quadrare la situazione. Giampaolo è bravo ma bisogna vedere come verranno utilizzati i vari giocatori nello scacchiere del tecnico. Questo ancora è un enigma, in ogni caso ci sono giocatori importanti e anche la società si è ristrutturata in modo interessante”.
Il suo pensiero su Roma e Lazio?
“La Lazio ha cercato di prendere giocatori utili al progetto e che possano essere importanti in caso di necessità. L’anno scorso non aveva certi sostituti e invece quest’anno ci sono. La Roma ha iniziato un discorso per il futuro, è la squadra con più italiani in rosa: se crescono a livello tecnico e fisico, potrà dar fastidio. Ora deve trovare gli equilibri e occorre vedere come il tecnico si ambienterà”.
Chiusura sulla Fiorentina di Commisso.
“Ha portato entusiasmo e ha messo i dirigenti nella condizione di creare una squadra importante. Ha tenuto Chiesa e portato giocatori di spessore come Ribery. Non so se potrà bastare per diminuire il gap con altre società ma è anche vero che non ci si può aspettare di accorciare subito le distanze. Il presidente ha comunque tentato di dare spessore e immagine alla società”.

Check Also

SERIE A, Le formazioni ufficiali di Atalanta-Fiorentina

Ecco le formazioni scelte da Gasperini e Montella per la sfida di oggi: ATALANTA (3-4-1-2): Gollini, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.